Il “MISTERO” del Conservatorio di Santa Rosalia di Atrani (quando una parte della politica amalfitana fa invasione di campo nella politica atranese)

Molte persone si chiedono come vengono scelti i componenti del C.d.A. del Conservatorio di Santa Rosalia che attualmente sono:

·  Ing. Pietro Fico Responsabile del Servizio LAVORI PUBBLICI, DEMANIO E GARE;

·  Avv. Walter Vecchi legale di fiducia, in alcuni procedimenti penali, del Vicesindaco del Comune di Amalfi dott. Matteo Bottone;

·  Avv. Gambardella Gabriele;

Sono più belli degli altri? Sono più intelligenti? Hanno un curriculum di tutta invidia? Viene effettuata una comparazione dei curriculum dei candidati?

Nulla di tutto questo! La nomina è puramente politica! L’attuale trio è stato nominato con decreto ministeriale n. 865 del 18.12.2018, a firma dell’allora Ministro della Pubblica Istruzione Bussetti, su designazione dell’ufficio scolastico regionale per la Regione Campania con a capo l’allora direttore dott.ssa. Franzese Luisa. Nel decreto si legge: “… VISTA la nota 19 ottobre 2018 prot. 25491, con la quale l’Ufficio scolastico regionale per la Campania ha indicato, al fine della ricostituzione del Consiglio di amministrazione del Conservatorio “Santa Rosalia” di Atrani, le seguenti designazioni: ing. FICO Pietro-Presidente (responsabile del Settore Innovazione, Ambiente e Lavori pubblici, collocato in aspettativa al Comune di Afragola), avv. VECCHI Walter e avv. GAMBARDELLA Gabriele; …”.

E’ bene ricordare che lo statuto (clicca qui per leggere lo statuto) dell’ente stabilisce invece che la designazione sia di competenza del Consiglio Comunale di Atrani, mentre la nomina del Ministro dell’Istruzione. In modo da far partecipare alla scelta anche la realtà della politica locale come stabilito sicuramente dalle tavole di fondazione del Conservatorio. E’ abbastanza inusuale che la designazione e la nomina avvenga dallo stesso ente (Ministero).

Qualche domanda sorge spontanea: come sono arrivati sul tavolo della dott.ssa Franzese i curriculum dell’ing. Fico, avv. Vecchi e avv. Gambardella? Chi li ha portati su quel tavolo? Perché proprio questi nominativi vicini alla politica Amalfitana e non invece nomi del governo locale del Comune di Atrani?

In alcuni articoli del quotidiano La Città si faceva riferimento ad un legame con la politica amalfitana, una vera e propria invasione di campo di una parte della politica amalfitana nella politica atranese:

Allora ci siamo chiesti come mai e abbiamo analizzato alcuni documenti. Il presidente del Cda del Conservatorio Ing. Fico Pietro è Responsabile del Servizio LAVORI PUBBLICI, DEMANIO E GARE del comune di Amalfi:

Il Vicesindaco dott. Bottone Matteo ha la delega ai Lavori Pubblici, Efficientamento energetico, Cimiteri, Demanio del Comune di Amalfi:

Se leggiamo la delibera di giunta n. 8/2022 del comune di Amalfi avente oggetto “Richiesta attivazione tutela legale” si evince che l’avv. Walter Vecchi (consigliere del CdA del Conservatorio di Santa Rosalia) è nominato legale di fiducia del Vicesindaco di Amalfi su gradimento della giunta del Comune di Amalfi:

Come si può ben vedere dalla nota qui sotto, l’avv. Vecchi Walter è legale di fiducia del Vicesindaco di Amalfi dott. Bottone Matteo:

L’immobile di cui sopra, oggetto di compravendita, sembra essere richiamato anche nei verbali (SCARICA QUI LE COPIE INTEGRALI DEI VERBALI: VERBALE 1VERBALE 2VERBALE 3) del passaggio di consegne del C.d.A. del Conservatorio nell’anno 2007: “allegato n. 08 – Atto di compravendita Bottone – Jovane (locale di proprietà dell’Ente al 50,00% ubicato in Piazza Umberto I)”. Quindi sembra che il locale sia di proprietà anche del Conservatorio. Da notare che i verbali erano indirizzati anche alla Direzione Scolastica della Regione Campania.

Sembra che anche qualche altro immobile (sembra già oggetto di indagine della Stazione dei CC di Amalfi) era di proprietà del Conservatorio di Santa Rosalia e fu oggetto di compravendita:

Sempre leggendo il verbale del Conservatorio di Santa Rosalia si può leggere che: “Dal raffronto dei dati catastali raccolti presso l’ex U.T.E. di Salerno e di quelli riferibili al Vecchio Catasto (presso l’Archivio di Stato di Salerno) emergono delle circostanze, o mancanze, che hanno fatto desumere che nel tempo si siano verificate diverse sottrazioni, o spoliazioni, di immobili (anche nell’ambito di altri Comuni) facenti già parte dell’originario patrimonio.”

In sintesi potremmo riassume il tutto con uno schema

Cinque sono i quesiti che si potrebbero fare:

GLI IMMOBILI DEL CONSERVATORIO, ENTE DI DIRITTO PUBBLICO, POSSONO ESSERE OGGETTO DI USUCAPIONE?

L’AVV. VECCHI WALTER POTREBBE ESSERE INCOMPATIBILE CON IL RUOLO DI CONSIGLIERE DEL CONSERVATORIO?

QUALI SARANNO STATE LE RISULTANZE DELLE INDAGINE EFFETTUATE IN PASSATO DAI CARABINIERI SUI DUE IMMOBILI?

L’ATTUALE C.d.A. HA MAI ACCERTATO CON UNA ISTRUTTORIA O INDAGINE SE I DUE IMMOBILI ERANO DI PROPRIETA’ DEL CONSERVATORIO DI SANTA ROSALIA?

ERA PIÙ IMPORTANTE FARE UN INDAGINE A TAPPETO SUGLI EVENTUALI ABUSI EDILIZI DELLE CASE DEL CONSERVATORIO DA PARTE DEI CARABINIERI (INDAGINE CHE HA PORTATO SCARSI RISULTATI IN TERMINI DI REATI PENALI LETTE LE ORDINANZE EMESSE. INDAGINI CHE HANNO PORTATO NON POCHI PROBLEMI ALLA GESTIONE ORDINARIA DELL’UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI ATRANI ( CLICCA QUI ARTICOLO 1CLICCA QUI ARTICOLO 2CLICCA QUI ARTICOLO 3CLICCA QUI ARTICOLO 4 ) O APPURARE SE ALCUNI IMMOBILI SONO STATI SOTTRATTI (DA SOGGETTI PRIVATI) AD UN ENTE PUBBLICO?