3 INDIZI – il modo “squallido” di fare politica!!! e la richiesta del test?

Il modo squallido di “fare” politica!!!
Continuano le corbellerie a mezzo facebook di taluni soggetti nei riguardi di persone, fino a prova contraria, rispettabilissime. L’autore del post e il quel “qualcuno” descritto nel post sono invitati a sottoporsi al test (MMPI) Minnesota Multiphasic Personality Inventory per eliminare ogni dubbio!!!

Leggi tutto

IL COMUNE DI ATRANI SEGNALA UN PROBABILE ATTO ILLEGITTIMO DELLA PROCURA DI SALERNO E L’INCOMPATIBILITA’ DI ALCUNI CARABINIERI!

In sostanza la natura degli accertamenti demandati all’ Ing. Polichetti difficilmente può essere ricondotta ad attività di polizia giudiziaria, in quanto, sostanzialmente, l’accertamento preventivo circa la conformità dei 60 immobili del Conservatorio di Atrani precede la configurabilità di una notitia criminis. Trattandosi di polizia amministrativa di carattere preventivo, certamente non poteva essere effettuata la nomina di un ausiliario di polizia giudiziaria.Inoltre, atteso l’oggetto dell’incarico conferito, tale attività si presterebbe ad essere inquadrata come consulenza tecnica, che richiede approfondite valutazioni e giudizi motivati di carattere tecnico e deve essere disposta con forme diverse.Alla luce di tali considerazioni, si potrebbe ritenere che la paralisi dell’Ufficio tecnico sia stata determinata da un atto illegittimo della Procura di Salerno, che ha, di fatto, distolto l’Ing. Polichetti dal suo ufficio per adibirlo a compiti esulanti dall’ambito della polizia giudiziaria e dallo svolgimento, in senso stretto, di indagini preliminari.Per di più, lo svolgimento dell’attività di ausiliario di polizia giudiziaria/consulente del P.M. è avvenuta probabilmente senza l’osservanza di minime norme sulla sicurezza — che la Procura e i Carabinieri sembra non hanno individuato e fatto rispettare — tanto che lo stesso Ing. Polichetti ha, poi, finito per contrarre il Covid-19.

Leggi tutto

La direttiva del Comune di Atrani che evidenzia problemi e criticità con i Carabinieri e la rotazione degli incarichi del Ministero della Difesa

Una domanda cruciale è: potrà un militare dell’Arma o altra Forza di Polizia, che è anche operatore di polizia giudiziaria (quel famoso “controllore”), che ha avuto questi diverbi e alterchi con alcuni amministratori locali (quei famosi “controllati”) e forse anche con alcuni dipendenti comunali, svolgere la funzione d’istruttore di polizia giudiziaria con imparzialità e assoluta estraneità dell’operatore rispetto a eventuali fatti penali per i quali si potrebbe procedere in futuro nei confronti di quei consiglieri comunali o dipendenti comunali?

Leggi tutto

L’Arma, la Procura e il Comune di Atrani, quella “incompatibilità ambientale” da VERIFICARE?

Nella lettera si legge che ci sono state “incomprensioni tra Amministratori locali e qualche Ispettore della Stazione dei Carabinieri di Amalfi, alterchi sorti già alcuni anni fa …” e “spiacevoli fraintendimenti tra – controllore – [Ispettore della Stazione dei Carabinieri di Amalfi n.d.r.] e – controllato – [Amministratore locale del Comune di Atrani n.d.r.], diverbi, alterchi o incomprensioni che portano ad incrinare un rapporto sereno e sinergico tra le Istituzioni”.

Leggi tutto

Continua l’“idillio affettuosissimo” tra il direttore “Amato” del Vescovado.it e il Comune di Atrani? Chiarezza sui Debiti fuori bilancio dell’Ente.

Continua l’”idillio affettuosissimo” tra il direttore del Vescovado bene-Amato e il Comune di Atrani.
Dopo l’articolo che narra la caduta di stile da parte dei “responsabili della comunicazione” del Comune e la puntuale risposta da parte del Comune, che si è riservato in questo caso di “…valutare l’opportunità di rivolgersi ad un legale per la tutela della propria immagine…”, è appena apparso un articolo, sempre sul vescovado.it (ripreso dal quotidiano La Città del 15 febbraio 2021) e naturalmente sempre su Atrani, dal titolo “Atrani, contenzioso Conservatorio: all’avvocato del Comune 28mila euro”.

Leggi tutto

Altra “tegola” sul Vescovado, le precisazioni del Comune ad un articolo e la chiamata in ballo del vice presidente della Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana?

Questa volta c’è un interrogativo preciso, dalla conversazione telefonica è nata, ad arte, la “storiella” pubblicata sul vescovado, quindi: chi ha informato il giornalista della conversazione telefonica intercorsa tra i sindaci di Atrani e Scala? Un dubbio che può sciogliere, oltre al giornalista, solo un’altra persona? Speriamo che questa persona dica la sua!!! Non sembra carino che una conversazione riservata tra istituzioni venga spifferata!

Leggi tutto

“Fischi per fiaschi” del direttore e del sindacato

La Genesi di tutto è stata una “segnalazione” fatta, da come è dato sapere, dall’Associazione giornalisti Cava-Costa d’Amalfi – Lucio Barone presieduta dal dott. Emiliano Amato direttore del Vescovado.Sicuramente non si può pretendere che un pubblicista debba essere un esperto in materia amministrativa, ma confondere un affidamento diretto (art. 36 comma 2 del D. Lgs. 50/2016 come previsto in determina di affidamento incarico) con un bando, ce ne passa e non poco.

Leggi tutto